TANTE VERDURE NEL MINESTRONE SURGELATO E UN SOLO PERICOLO: IL MINESTRONE STESSO.

Se c’è una cosa che ADORO, quella è il minestrone.

Sul serio, lo mangerei ogni giorno se potessi. Non lo faccio soltanto perché prediligo una sana dieta bilanciata (e perché, onestamente, credo che mi trasformerei verosimilmente in un “vegetale” io stesso!).

In ogni caso, un mix di verdure è senza dubbio una scelta ottima per un pasto piuttosto completo, ricco di principi nutritivi e adatto a grandi e piccini.

A proposito di bambini: anche tu come me hai dovuto/devi sudare sette camicie per far mangiare due cucchiai di verdure ai tuoi figli?

Per me è stata una battaglia, anche se – con molta fierezza – in un modo o nell’altro l’ho vinta!

Il minestrone, nonostante sia temibile agli occhi dei più piccoli tanto quanto l’uomo nero, è un alimento imprescindibile per la loro dieta. L’adulto stesso ne percepisce i medesimi benefici in termini di apporto nutrizionale, vitamine e quant’altro.

Senza contare che si tratta di un alimento molto “pratico e veloce”, se si prediligono i formati surgelati tanto in voga negli ultimi anni.

Il problema però è che quando il minestrone è fai-da-te, ossia fatto con verdure che scegli singolarmente (e soprattutto PERSONALMENTE) al supermercato, sai con precisione cosa stai tagliuzzando/tritando/cuocendo. Quando ti affidi alla busta sigillata di un prodotto “mix” surgelato, non hai la minima idea di cosa porterai in tavola.

Non è colpa tua, è un fatto. E a nulla valgono anche le etichette più complete ed esaurienti: apri la busta e trovi decine di dadini congelati, incrociando le dita che sia tutta verdura fresca, sana, e che la catena del freddo sia stata rispettata.

Quando la redazione del Salvagente ha deciso di effettuare un test sulle UNDICI MARCHE più famose di  MINESTRONI SURGELATI, l’ha fatto proprio in nome del solito principio: il tempo delle “dita incrociate” deve finire, e meriti di sapere con esattezza cosa bolle nella tua pentola. Letteralmente.

“Vabé ma cosa vuoi che sia, un minestrone surgelato non è che un misto di verdure. La cosa più sana e leggera che c’è al mondo!”

Certo, sulla carta. All’atto pratico, mi dispiace ammetterlo, il mondo non è affatto così benevolo con i consumatori come me o te. Le minacce sono ovunque, e non è necessario essere un complottista convinto per vederle: agenti chimici, conservanti, PESTICIDI e miglioratori artificiali sono i peggiori nemici proprio dei prodotti più salutari come le verdure.

Quando parliamo di “mix”, inoltre, bisogna sempre tenere presente il cosiddetto EFFETTO COCKTAIL. La domanda che mi sono posto infatti è: seppur i valori “sensibili” da tenere sotto controllo per ogni singola verdura risultassero in linea con le normative, chi mi dice che L’UNIONE di tutti i valori non dia luogo a effetti negativi per l’organismo?

Magari un pesticida in quantità modeste può essere gestito dall’organismo, ma dieci pesticidi in quantità modeste?


Inoltre non devo certo ricordarti che sostanze come i nitrati, i nitriti, ma anche alcune muffe e più in generale verdure di scarsa qualità possono causare all’organismo danni anche gravi. (In qualche caso non sono da escludere anche rischi cancerogeni).

Scommetto che non ci avevi mai pensato.

Aggiungo: le norme NON PREVEDONO il monitoraggio dell’effetto cocktail. In altre parole: senza un test di laboratorio non esiste la possibilità di capire i reali rischi legati all’assunzione di un mix di verdure surgelato.

E noi, quel test, l’abbiamo fatto.

Ti va di scoprire i nomi delle marche di MINESTRONI SURGELATI che abbiamo analizzato, e capire se sono adatte per l’alimentazione dei tuoi figli?

Scoprirlo nel secondo volume di TESTATI PER VOI, il libro del Salvagente dedicato a tutti i test realizzati dal giornale nel 2016 e nel 2017.