PUÒ UN PRODOTTO “CHE PROTEGGE” DANNEGGIARTI ANCORA DI PIÙ?

Quello di cui ti parlerò oggi probabilmente è un prodotto al quale non hai mai dato particolarmente peso, o per meglio dire non hai mai pensato che potesse rappresentare una minaccia per te e per la tua salute: il burro di cacao.

Ho ragione vero?

Scommetto che proprio in questo momento starai pensando qualcosa tipo:

“E che male potrebbe mai fare il burro cacao!”

Anche io la pensavo così, in fondo parliamo di un prodotto a larghissimo consumo, da sempre. Chi di noi non ha mai usato un po’ di emolliente per le labbra al primo accenno di cambio di stagione? O magari nei mesi particolarmente rigidi, quando la bocca tende più facilmente a screpolarsi per via delle temperature.

Il burro di cacao, poi, è un eccellente protezione anche per labbra semplicemente secche, poiché le rende morbide e vellutate eliminando quella fastidiosa sensazione di “crespo” che, soprattutto nelle donne, si traduce poi anche in un effetto estetico piuttosto sgradevole.

E poi mettici che non mi è mai capitato di sentir parlare di qualcuno che avesse avuto problemi con lo stick labiale, andiamo!

Ecco, pensavo tutto questo fino a “ieri”, fino a quando cioè con il Salvagente non abbiamo condotto un’analisi accuratissima basata su 14 tra le più importanti marche di burro cacao attualmente in commercio.

Non voglio rivelarti cosa abbiamo scoperto nello specifico, ma sappi che i risultati che ho letto hanno risposto ad alcune domande che effettivamente non mi ero mai fatto e che avrei dovuto farmi già da molto tempo (io, nello specifico, soffro particolarmente le basse temperature, ed mi capita di utilizzare il burro cacaco con una certa regolarità).

  • Per esempio non mi ero mai reso conto di quanto, certe volte, lo stick labiale fosse risultato COMPLETAMENTE INEFFICACE nonostante diverse applicazioni. Era come mettere sulle labbra un velo invisibile che si dissolveva dopo una manciata di minuti.

Dopo un po’ vai in automatico: metti il burro cacao, hai una sensazione di sollievo per un momento, poi svanisce l’effetto, lo rimetti e così via.

  • Un’altra cosa di cui non mi ero mai accorto, ma che è diventata palese in virtù delle DECINE di segnalazioni pervenute in redazione dopo la pubblicazione del nostro test, è che molte persone hanno vere e proprie reazioni allergiche dopo aver applicato il burro cacao sulle labbra.

Sembra incredibile: allergici al burro cacao? E perché mai? Sarebbe una domanda ovvia anche per me se non conoscessi i motivi specifici che hanno generato dei disagi personali a un numero altissimo di persone.

Il problema delle allergie cutanee è che molto spesso vengono confuse con semplici irritazioni, fastidi passeggeri a cui non viene dato peso, ai quali non ci si fa caso (anche perché, di solito, spariscono nel giro di qualche ora). Quello di cui non ci rendiamo conto è ogni reazione del nostro corpo corrisponde a un malessere evidenziato, e che non importa se quella reazione sia blanda o meno. È possibile che la volta successiva si manifesti in modo più evidente e fastidioso. (Credimi, ho letto storie raccontate dalla viva voce di persone che, ancora oggi, stanno combattendo a suon di antistaminici).

Non voglio tenerti sul filo ancora a lungo, però. Sarebbe una cattiveria. Sappi quindi che dai test svolti emerge la presenza di specifiche ESSENZE ALLERGIZZANTI. Si tratta di elementi identificati dalla Commissione Europea che piuttosto frequentemente causano fastidiose allergie, anche piuttosto importanti.

I test ne rilevano diversi in ben 4 prodotti su 14 analizzati.

In secondo luogo, le analisi rivelano la presenza di generici “profumi” o “aromi” che tuttavia non sono seguiti da adeguate specificazioni. Natura dei profumi? Provenienza? Componenti?

So che sembra una cosa da poco, ma fermati solo un attimo a pensare a quanto sia fastidiosa la sensazione di mettere sul proprio corpo qualcosa di cui non si conosce la natura. Parliamo della bocca, tra l’altro, di fatto “l’ingresso principale” del nostro organismo.

Non solo, dai test del Salvagente emergono numerosi casi di utilizzo di paraffina (sostanza assolutamente INUTILE ai fini protettivi, che ha quindi la spiacevole conseguenza di lasciare la pelle alla mercé degli agenti esterni PROPRIO QUANDO PENSI CHE SIA PROTETTA), oltre a conservanti filtri UV “sospetti” e molto altro…

In buona sostanza, l’articolo più comune ed economico del mondo rischia di essere anche piuttosto pericoloso, se non sei in grado di scegliere bene.

Senza contare che parliamo di un prodotto utilizzato anche dai bambini…

Ti piacerebbe sapere quali marche di burro cacao abbiamo testato?

Scoprirlo nel primo volume di TESTATI PER VOI, il libro del Salvagente dedicato a tutti i test realizzati dal giornale nel 2015.