Food Delivery Packaging Srl


Le verifiche effettuate hanno riguardato i contenitori per pizza " Ciro - The Original Pizza Box” e contenitori di cartone acquistabili sul mercato
Verifiche di CertificazioneRequisiti di CertificazioneMetodoEsito
Vinni   PizzaAltri Contenitori
Presenza di PFAS1
Riscontro della totale assenza di migrazione, considerando il Limite Di Quantificazione (LOQ) del metodo analitico, di PFOA e PFOS nel contenitore “Vinni Pizza”. Al contempo il risultato verrà comparato con la media dei risultati ottenuti dagli altri contenitori.Regolamento (UE) N. 10/2011 –   Allegati III e V + EN 1186-3:< 10 ppb< 10 ppb
Presenza di Ftalati2Riscontro della totale assenza di migrazione, considerando il Limite Di Quantificazione (LOQ) del metodo analitico, di Ftalati nel contenitore “Vinni Pizza”. Al contempo il risultato verrà comparato con la media dei risultati ottenuti dagli altri tre contenitori.Regolamento (UE)   N. 10/2011 – Allegati III e V + EN 1186-14: 2002< 10 ppb< 10 ppb
Presenza di Bisfenolo ARiscontro della totale assenza di migrazione, considerando il Limite Di Quantificazione (LOQ) del metodo analitico, di Bisfenolo A nel contenitore “Vinni Pizza”. Al contempo il risultato verrà comparato con la media dei risultati ottenuti dagli altri contenitori.Regolamento (UE) N. 10/2011 –   Allegati III e V + EN 1186-14: 2002< 50 ppb170 ppb
Test sulla degradazione dei materialiIl contenitore “Vinni Pizza” deve mostrare un degrado minore della propria struttura rispetto a quella degli altri tre contenitori.Analisi mediante DSC (calorimetria a scansione differenziale) e miscroscopio elettronico a scansione ad ultra alta risoluzione (FESEM) I campioni in cartone mostrano come a temperature relativamente basse, in un intervallo compreso tra 50°C e 105°C, si abbia un possibile processo di gelatinizzazione del collante a base di amido che potrebbe cambiare le caratteristiche meccaniche del cartone ondulato.
Il campione in polistirene mostra una trasizione da fase cristallina ad amorfa intorno ai 100°C

1 - Perfluoroctane sulfonate (PFOS), Perfluoroctanesulfonamide (PFOSA), N-Methyl-Perfluoroctanesulfonamide (N-Me-FOSA),  N-Ethyl-Perfluoroctanesulfonamide (N-Et_FOSA),  N-Methyl-Perfluoroctanesulfonamidoethanol (N-Me-FOSE), N-Ethyl-Perfluoroctanesulfonamidoethanol (N-Et-FOSE), Perfluoroctane acid (PFOA), Perfluorobutanoic acid (PFBA),  Perfluoropentanoic acid (PFPeA), Perfluorohexanoic acid (PFHxA), Perfluoroheptanoic acid (PFHpA), Perfluorononanoic acid (PFNA), Perfluorodecanoic acid (PFDA), Perfluoroundecanoic acid (PFUnA), 2H,2H,3H,3H-Perfluoroundecanoic acid (4HPFUnA), Perfluorododecanoic acid (PFDoA), Perfluorotridecanoic acid (PFTrA), Perfluorotetradecanoic acid (PFTeA), Perfluorobutanesulfonate K-salt (L-PFBS), Perfluorohexanesulfonate Na-salt (L-PFHxS), Perfluoroheptanesulfonate Na-salt (L-PFHpS), Perfluorodecanesulfonate Na-salt (L-PFDS), Perfluorobutanesulforic acid (PFBS), Perfluorohexanesulforic acid (PFHxS), Perfluoroheptanesulforic acid (PFHpS), Perfluorodecanesulforic acid (PFDS), Perfluoro-3,7-dimethyloctanoic acid (PF-3,7- DMOA), 7H-Dodecafluoroheptanoic acid (HPFHpA), 2H,2H-Perfluorodecanoic acid (H2PFDA), 1H,1H,2H,2H-Perfluorooctanesulphonic acid (1H,1H,2H,2H-PFOS), Perfluoro-1-octanesulfonyl fluoride (POSF), 1H,1H,2H,2H-Perfluorodecanesulfonic acid (8:2 FTS).                

2 - DEHA (Adipato di 2-etilesile), DEHP (ftalato di bis(2-etilesile), DNOP (ftalato di diottile), DMP (Dimetil ftalato), DiDP (ftalato di dipentile), DiNP (ftalato di diisononile), DEHT (di-(2-etilesil) tereftalato), DEP (ftalato di dieptile), DiBP (diisobutilftalato), DBP (ftalato di dibutile), BBP (ftalato di butilbenzile).

Certificazione valida fino al 06/03/2023 a condizione che siano mantenuti i livelli di qualità testati