– Le aziende Certificate zeroTruffe –

Todis

La piccola grande rivoluzione di una BIG del mercato che ha creato un nuovo segmento per i consumatori

Il gruppo Todis è una catena di supermercati della grande distribuzione organizzata, attiva in Italia dal 1994 con più di 230 punti vendita attualmente rilevati. Il successo del gruppo è dato da una mission votata alla qualità, alla trasparenza della filiera e alla convenienza dei prezzi, fattori che hanno portato Todis a ritagliarsi un’importante fetta nel mercato alimentare italiano.

Oggi Todis ambisce a conquistare nuove posizioni grazie a una piccola grande rivoluzione nell’offerta: non più discount ma supermercato di private label, linee di prodotto a marchio proprio caratterizzati dalla sempre costante attenzione al benessere e alla qualità dei cibi. L’obiettivo dichiarato è quindi diventare sempre di più la reale alternativa ai supermercati più affermati.

 

Il dilemma del prezzo basso

L'indagine

L'ingresso dei discount nel mercato della GDO ha sempre portato con sé la credenza che i prodotti presenti al loro interno fossero di qualità inferiore rispetto ai concorrenti più blasonati e famosi. Questo ha relegato il comparto discount a una clientela attenta al risparmio come primo criterio di scelta del prodotto.

Il problema

Rivoluzionare la propria proposta alimentare con cibi e prodotti di alta qualità, pur mantenendo un prezzo inferiore del 30% medio rispetto alla concorrenza, impatta con lo scetticismo generalizzato di chi associa ancora il marchio a un discount con prodotti meno conosciuti e, potenzialmente, di qualità inferiore.

L'obiettivo

Consolidare e rilanciare il nuovo posizionamento di mercato, esaltando i prodotti alimentari di alta gamma che costituiscono le nuove linee proposte da Todis,

Soluzione: rilancio del prodotto per polarizzare l'attenzione dei clienti

Chi acquista prodotti alimentari vuole avere la certezza di portare in tavola cibi sani e di qualità, che siano anche sostenibili a livello etico e ambientale

La linea “Cuore Mediterraneo” di Todis raggruppa i principali prodotti legati al pomodoro, dalla polpa alla passata fino ai pelati. Si tratta di un vero e proprio alfiere del gruppo in termini di qualità. Non solo: la filosofia di Cuore Mediterraneo si basa sul rispetto del lavoro etico, lontano da qualsiasi logica di caporalato.

Il bollino “Zero Truffe” del Salvagente si rivela dunque particolarmente importante per un brand alimentare che desidera esaltare le caratteristiche del proprio prodotto, soprattutto in un periodo storico in cui la qualità spesso viene messa in secondo piano rispetto alle logiche del profitto e al “blasone” di brand storici che propongono prodotti qualitativamente inferiori.

Il test effettuato

Cosa abbiamo testato

MISSIONE: Riscontrare bassa presenza di fitofarmaci e pesticidi e controllare la filiera di fornitura per verificarne trasparenza e correttezza contrattuale.

STEP DELLA PROCEDURA:

Gli esperti del Salvagente hanno incontrato i referenti del Gruppo Todis per stabilire il percorso di analisi propedeutico al rilascio della certificazione Zero ruffe, individuando gli aspetti fondamenrtali e di maggior interesse per i consumatori della linea “Cuore Mediterraneo”

Dalle valutazioni pre-analisi si è stabilito un protocollo di test per i pelati, la polpa e la passata di pomodoro.

Gli aspetti presi in esame riguardano il cosiddetto “Patto di filiera” stretto fra il gruppo Todis e i fornitori, la Disciplinare di produzione trasparente, la documentazione della certificazione “Social Foot Print”.

È stata inoltre prevista un’analisi multiresiduale per quantificare le concentrazioni di fitofarmaci presenti.

Sono stati definiti i limiti riguardanti “l’effetto Cocktail”. È stato stabilito che le concentrazioni di Pesticidi non dovessero superare il 30% dei limiti di legge fissati dai regolamenti comunitari in vigore per singolo pesticida, mentre – in caso di quantificazione di un numero di specie pari o superiore a due – la singola concentrazione non potesse essere SUPERIORE il 20% dei limiti di legge. Inoltre è stato stabilito che la percentuale della media dei rapporti percentuali dei residui trovati rispetto al proprio limite di legge non potesse essere superiore al 30%.

Le analisi hanno mostrato solo la presenza di un residuo per ogni prodotto ad una concentrazione inferiore ai limiti fissati per la certificazione. Inoltre il controllo dei documenti di fornitura testimoniano la bontà e la trasparenza del patto di filiera stipulato con i fornitori.

Conclusioni

Todis entra a far parte della squadra di aziende virtuose Zero Truffe che la rivista Il Salvagente, e il suo editore Matteo Fago, hanno voluto premiare per la linea di pomodori “Cuore Mediterraneo”.

Il Bollino Zero Truffe del Salvagente evidenzia come i prodotti Todis a marchio “Cuore Mediterraneo” rientrino ampiamente nei parametri di legge in termini di qualità.

Inoltre i risultati del test sulle documentazioni valutate confermano l’impegno del Gruppo Todis nella lotta contro il caporalato, a beneficio di una filiera controllata, trasparente e rispettosa dei diritti dei lavoratori.

Guarda l'intervista a Massimo Lucentini, direttore generale di Todis

Riproduci video
Matteo Fago, editore della rivista Il Salvagente, consegna a Massimo Lucentini, direttore generale del gruppo Todis, la certificazione Zero Truffe del Salvagente.

Il commento di Matteo Fago

“Sono anni ormai che mi confronto con realtà nuove, come le startup, e rodate come appunto Todis, e ritengo il loro essere un posizionamento corretto che risponde perfettamente alla domanda di sicurezza di chi va a comprare alimenti e ha bisogno di essere certo di ciò che acquista. Certezze concrete, non grandi proclami, non marketing fine a se stesso, non pubblicità aggressive. Sono molto felice che Cuore Mediterraneo di Todis entri nella grande famiglia delle aziende certificate Zero Truffe, e sono certo che questo sia solo l’inizio di un percorso di collaborazione che porterà a testare e verificare la qualità di molti altri prodotti del Gruppo."
Matteo Fago
Editore de Il Salvagente

Il commento di Massimo Lucentini

“Todis rappresenta un modo alternativo di fare la spesa. Siamo un supermercato monomarca o, più propriamente, un supermercato a marca privata. Ma questo significa che dobbiamo essere capaci di costruire una reputazione di brand che ci consenta di distinguerci dai nostri concorrenti e di reggere il confronto con la marca industriale. Oggi il cliente sceglie la private label non più come sostituto economico della marca famosa, ma riponendo nelle marche del distributore, fiducia sulla qualità delle materie prime utilizzate e sulla certificazione delle filiere produttive. La reputazione di un brand non si compra e non è un valore autoreferenziale, occorre costruirla pazientemente nel tempo. L’ottenimento della Certificazione Zero Truffe de Il Salvagente rappresenta la dimostrazione che Todis sceglie per i suoi clienti i migliori prodotti per qualità, garantendo al contempo il miglior prezzo possibile. Todis fa centinaia di controlli all’anno sui suoi prodotti, ma la verifica di un ente terzo ed indipendente che attesti che i nostri prodotti di pomodoro Cuore Mediterraneo hanno superato a pieni voti le analisi multiresiduali sulla presenza di fitofarmaci, che contengono il valore più alto (85%) di polpa di pomodoro 100% italiano e che il produttore scelto da Todis, attraverso accordi di filiera con gli agricoltori, riconosce il giusto prezzo della materia prima a tutela della dignità e dei diritti degli agricoltori, deve rappresentare per i nostri clienti una certezza in più sulle scelte che abbiamo fatto per loro.”
Massimo Lucentini
Direttore Generale di Todis